mercoledì 23 dicembre 2015

Variante di Valico- Ieri in mimetica ed oggi?

Oggi col caschetto pronto all'inaugurazione.


Apprendiamo dalla portavoce in Regione del MoVimento 5 Stelle Silvia Piccinini:
"
Oggi Fonzie viene ad inaugurare la Variante di Valico, il raddoppiamento dell'A1, il cui cantiere ha provocato danni incalcolabili ai paesi dell'Appennino. 
Mentre Ripoli continua a franare nella sua beata noncuranza...
"
A suo tempo Silvia Piccinini aveva chiesto in Regione ER :

"
“Crediamo che ci siano elementi a sufficienza per poter istituire una commissione regionale d’inchiesta amministrativa per poter ricostruire le procedure seguite per realizzare l’opera – conclude Silvia Piccinini –  anche esaminando gli atti progettuali e di collaudo, al fine di esercitare le opportune azioni civili nei confronti dei soggetti eventualmente risultanti responsabili di errori o di condotte omissive, anche a supporto dell’attività investigativa delle Procure della Repubblica interessate”
"

Come si può immaginare la risposta è stata negativa e non sarebbe potuta
essere differente!

Voci da Bar comunque dicono, ma io non ci credo, che la apriranno ma per richiuderla subito dopo !!!



[G. Ruggeri]




Gioco d’azzardo, il PD salva le slot machine nei circoli ARCI. E a Marzabotto ...???

Mi aggancio ad un comunicato stampa con cui il MoVimento 5 Stelle ER informa che
"
Ieri il PD ha bocciato un nostro emendamentoal bilancio che vietava alle associazioni di promozione sociale (ARCI in testa) di ospitare nelle loro sedi le slot machine. Un divieto che le associazioni avrebbero dovuto rispettare sia per ricevere agevolazioni e contributi che per essere semplicemente iscritte nel registro regionale delle associazioni. Una bocciatura che fa il paio con quella arrivata nei mesi scorsi alla nostra proposta di abbassare l’IRAP ai negoziantiche avessero detto no alle macchinette mangiasoldi.  Adesso speriamo sia a tutti chiaro chi, in Regione, CONTRASTA SUL SERIO il gioco d’azzardo.
"
Bisogna anzitutto guardare il video dell'intervento in aula di Silvia Piccinini, portavoce del MoVimento 5 Stelle, e risposta del Consigliere del PD Zoffoli.



Se consideriamo che giustappunto ieri è stata approvata in via definitiva la Legge di Stabilità dove appunto, come richiama la Piccinini, ci sono norme che favoriscono il crescere delle slot machine allora ci dobbiamo chiedere che fine farà a Marzabotto la "Mozione per l'adozione di misure a contrasto del fenomeno del gioco d'azzardo patologico" presentata a suo tempo dal MoVimento 5 Stelle Marzabotto ed approvata !!!
Ce lo dobbiamo chiedere anche perché l'Amministrazione di Marzabotto, per voce dell'Assessore alle Politiche Sociali Cristina Piacentini, ci diceva.
valutare la possibilità di individuare forme di premialità per gli esercizi che espongono ii marchio "SLOT freE-R" "


Comunque sarà il caso di ricordare in Comune che c'è questa mozione approvata che aspetta di essere resa operativa !

[G. Ruggeri]


lunedì 21 dicembre 2015

Streaming - Marzabotto, non se ne può ......

A quasi un anno dall'approvazione della mozione del MoVimento 5 Stelle di Marzabotto, mozione con cui, modificando l'articolo 41 del Regolamento del Consiglio Comunale, si introduceva la possibilità di effettuare riprese audio/video in streaming, si è dovuta presentare una nuova mozione.

Lo scorso Novembre sembrava tutto pronto per avere finalmente online in diretta la seduta del Consiglio Comunale ma fu detto che mancava il relativo Regolamento.

A parte che ci sono innumerevoli Comuni che trasmettono lo streaming senza essersi dotati di un Regolamento specifico, a parte questo, ne abbiamo sottoposto uno al Consiglio.e vedremo se fanno sul serio quando, tutti sorridenti, approvano le mozioni delle minoranze oppure se preferiscono il vecchio giochino " passata la festa gabbato lo santo " !!!

Noi comunque non ci scordiamo le cose vedi, Nuovo ISEE, Ludopatia, Area Servizio camper, Baratto Amministrativo , ..... tutte mozioni del MoVimento 5 Stelle di Marzabotto approvate ed ancora in attesa di concreta attuazione.


Streaming - Marzabotto, non se ne può ...... quasi ( e sottolineo il quasi ) più !!!

"
Oggetto: MOZIONE - REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVIDI RIPRESA AUDIOVISIVA E DIFFUSIONE DELLE SEDUTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Premesso:
  • che a suo tempo è stata approvata la mozione per l'introduzione delle riprese in diretta streaming audio/video delle sedute del Consiglio Comunale;
  • che è già stato modificato il Regolamento del Consiglio Comunale in modo da prevedere dette riprese;
  • che già da Giugno 2015 si aspettava che il sistema fosse pronto ma poi ci venne detto che occorreva attendere l'approvazione del bilancio preventivo 2015;
  • che in occasione del Consiglio Comunale di inizio Novembre scorso tutto era pronto per avviare il sistema ma poi non se ne fece nulla dato che mancava il relativo regolamento;
tutto ciò premesso e con lo spirito di fattiva collaborazione che ha caratterizzato la presenza del MoVimento 5 Stelle in seno a questo Consiglio Comunale, con la presente indirizza alla S.V. La seguente

M O Z I O N E
  1. Si invia bozza del Regolamento, qui si seguito riportato, alla competente Commissione Consiliare affinché lo discuta, emendi, se è il caso, e lo approvi;
  1. Si fissa nel primo di Marzo duemilasedici ( 2016 ) il termine entro il quale inizieranno le riprese e la diffusione audio/video delle sedute del Consiglio Comunale.
Si richiede che la presente mozione venga iscritta all' O.d.G. della prima seduta utile del Consiglio Comunale.

                        Movimento 5 Stelle Marzabotto
                                                                                                                                   I Consiglieri
                                                                                                                                    Maria Giuseppina Cusimano
                                                                                                                                               Katya Di Bella
"


[Gaspare Ruggeri]

martedì 15 dicembre 2015

Quando Luigi Di Maio ha fatto notare che ....

Luigi Di Maio

Luigi Di Maio ad Otto e Mezzo


Si tessono le lodi per Luigi Di Maio dopo l',intervento di ieri ad Otto e Mezzo, lodi più che giustificate alla luce delle sue argomentazioni che possono essere definite con un solo aggettivo " INCONFUTABILI " !

 Più volte la Gruber ha cercato di agitare le acque e metterlo in difficoltà continuando a ripetere " .... non facciamo confusione ... " ma
Lilli Gruber
giusto per esorcizzare la confusione che lei aveva in testa e che l'ha vista annaspare per tutta la trasmissione col pensiero, forse, rivolto ai suoi "capi" che non le avranno certo fatto i complimenti per la pessima figura che ha fatto.
Paolo Mieli
Non da meno è stato Paolo Mieli ( tra i suoi tanti incarichi ricoperti ricordiamo che fu Direttore del Corriere della Sera dal 1972 al 1977 ) che raggiunge il massimo dell'apoteosi nel suo intervento quando dice " .... Ripeto, io non la conosco, non ne so nulla, so quello che leggo sui giornali. ... " questo riferito al Ministro Boschi. Ma quali giornali legge direttore, solo quelli dell'alta borghesia, dei poteri forti? Suvvia detto da chi è stato il punto di riferimento del giornalismo italiano ( quale giornalismo ? ) per decenni suona falso. Tre meno meno per incoraggiamento Direttore Mieli, non posso darle di più e consideri che sono stato di manica larga!

Quando al minuto 14:25 Luigi Di Maio fa notare ( troverete video integrale della trasmissione a fondo pagina):

" ... QUANDO SI SONO VOTATI QUESTI PROVVEDIMENTI PER BANCA ETRURIA LA MINISTRA BOSCHI SI E' ALLONTANATA QUINDI LEI STESSA AMMETTE IL CONFLITTO DI INTERESSI NON PRESENTANDOSI AL CONSIGLIO DEI MINISTRI ... "


PANICO E PUBBLICITA' !!!!!!!!!


Mi sono chiesto questa mattina da dove deriva, da parte di Di Maio, questa facilità nell'esprimersi e cogliere aspetti essenziali delle questioni che ne fa una delle menti più belle ( non la sola ) del MoVimento 5 Stelle. Cercando tra le biografie che ormai si trovano dappertutto vedo che:
" ... si iscrive alla facoltà di Ingegneria all'Università "Federico II" di Napoli, dando vita all'associazione di studenti di ingegneria Assi, insieme con alcuni compagni di corso. In seguito cambia strada, e lascia Ingegneria per iscriversi a Giurisprudenza: fonda, quindi, StudentiGiurisprudenza.it. ... "
Per Luigi Di Maio due più due fa quattro e non quasi, circa, forse quattro ! La logica stringente di studi scientifici viene fuori ma è interessante notare che ha sempre cercato di dare vita ad Associazioni e questo confermato al minuto 21:28 quando la Gruber gli chiede cosa avrebbe votato Domenica scorsa se fosse stato un francese:
" ... Credo che mi sarei impegnato a creare un MoVimento 5 Stelle o qualcosa del genere anche in Francia ... "

Ecco Gruber, prendi, pesa, incarta, paga e porta a casa ..... PD !!!


[Gaspare Ruggeri]

giovedì 10 dicembre 2015

Miglioramento della linea Bologna-Porretta. Mon amour 2 .....

Non abbiamo fatto in tempo questa mattina a pubblicare l'articolo che prendeva spunto dal post di Chiara Berrettini che l'Assessore ai Trasporti della Regione Emilia Romagna, Raffaele Donini, annunciava con un suo post nel gruppo FB COMITATO PER LA FERROVIA PORRATTANA " :
"
Ieri sera ho riunito i sindaci dei Comuni della linea ferroviaria Porrettana insieme al comitato dei pendolari.
Insieme a RFI, Trenitalia, FER, Tper abbiamo presentato il piano di interventi per il miglioramento della linea Bologna-Porretta. Interventi immediati e programmati entro il prossimo triennio che vanno dalla manutenzione straordinaria degli attuali sistemi di riscaldamento, l'inserimento di nuovo materiale rotabile, alla riqualificazione delle stazioni e ripristino del binario di interscambio di Vergato. Entro Marzo 2016 metteremo in servizio due nuovi treni Stadler moderni, veloci e confortevoli a norma per il trasporto delle persone diversamente abili. Tutti i nuovi treni saranno anche predisposti per il trasporto delle biciclette. Ad oggi la linea ha un tasso di puntualità (ritardi entro i 5 minuti) del 95,1% (+2,2% rispetto al 2014) ma permangono ancora diverse corse con un livello di puntualità ed affidabilità inferiore per le quali dobbiamo ancora migliorare.
Un investimento complessivo di oltre 20 milioni di euro, il 60% dei quali nel 2016, che consentirà la risoluzione di molti problemi e disagi che oggi vivono quotidianamente i pendolari.
"
Sono quindi previsti 20 Milioni di investimenti nel triennio 2016/2018 ed in particolare:

E' possibile visionare una SlideShow con qualche dettaglo in più al segente limk:

20 Milioni di Investimenti per la Bologna-Porretta


Consideriamola una bella sorpresa per Natale; sorpresa anche per i Sindaci deve essere stata dato che appena un mese fa, in risposta ad una Interrogazione del MoVimento 5 Stelle di Marzabotto che chiedeva chiarimenti circa i bagni pubblici della stazione, il Sindaco di Marzabotto non aveva accennato a possibili sviluppi in un immediato futuro anzi conveniva che le stazioni della linea ferroviaria porrettana si stessero inevitabilmente trasformando in fermate di autobus. Adesso invece constatiamo che nel piano sono previsti 4 Mln. di euro per la riqualificazione delle stazioni e ci fa piacere constatare che oltre i bagni a Marzabotto, certo non la cosa di massima priorità, sono previsti gli accorgimenti ( ascensori) per facilitare l'accesso ai diversamente abili. 
Un triennio è lungo quindi occorrerà verificare che siano rispettati i tempi indicati in modo che si passi dagli annunci alla realizzazione di quanto illustrato.
Ma per questo possiamo stare tranquilli, la verifica sarà giornaliera e provvederanno a farla le migliaia di Cittadini che giornalmente usano la linea porrettana, pendolari che non ne possono più di disservizi e di una qualità del servizio ..... come dire ? Vogliamo dire scadente ? 

DICIAMOLO !

[Gaspare Ruggeri]


Ferrovia Porrettana. Mon amour ...

Piteccio anni '30 - Collezione Paolo Cerretini
Ho letto stamane un post pubblicato nel gruppo FB " COMITATO PER LA FERROVIA PORRATTANA ", un post di Chiara Berrettini che mi ha particolarmente colpito e che qui di seguito riporto.

"
Treno delle 6.30 da Bologna per Porretta soppresso a Marzabotto.
Vi allego la lettera che manderò al Sindaco di Porretta...per quel che potrà servire....

" Gent.mo Sig.Sindaco,
La disturbo non nel ruolo lavorativo che rivesto, ma in quello forse più complesso di semplice cittadina.

Da c.a. un anno sono ospite della sua Comunità per motivi di lavoro e mi servo della linea Ferroviaria che ogni giorno permette a centinaia di persone di recarsi a lavoro, da e per Bologna. Il mestiere di pendolare comporta già di per sè fatica e sacrificio, ma purtroppo diventa insostenibile se accompagnato da continui disservizi che non solo esasperano l'utenza, ma soprattutto mettono a rischio il posto di lavoro di quei tanti che hanno ricevuto richiami scritti o ammonizioni per i ritardi accumulati, in una realtà industriale, che come lei sa meglio di me, è già di per sè drammatica.
Personalmente dovrei considerarmi immune da qualunque conseguenza avendo un contratto a tempo indeterminato e con flessibilità di orario in entrata e in uscita, ma ritengo doveroso farmi avanti e chiederle aiuto come rappresentante delle istituzioni non per un mero esercizio solidaristico, ma credendo fortemente che nessuno oggi possa veramente sentirsi "al riparo dal futuro", incerto a suo modo per ognuno di noi.
Le chiedo, quindi, per favore come Primo Cittadino di farsi portavoce del disagio vissuto quotidianamente da tutti noi e se riterrà necessario mi troverà a totale disposizione per le iniziative che fosse utile intraprendere.
I miei più cordiali saluti.
Chiara Berrettini"

"
Colpisce il tono di Chiara così gentile ma colpisce maggiormente la portata della sua riflessione !

Lei non "disturba" proprio nessuno me lo lasci dire !
I cittadini che ricoprono un ruolo Istituzionale, a partire dal Presidente della Repubblica per finire ai Consiglieri Comunali del più piccolo Comune d'Italia, sono li per questo, per essere disturbati ! Dovrebbero anzi complimentarsi con Lei pubblicamente per aver dimostrato attaccamento alla cosa pubblica e spirito di solidarietà.

Il tema che Lei invece evidenzia così bene è arcinoto da sempre agli Amministratori locali che periodicamente mandano qualche lettera di protesta alla Regione piuttosto che all'ANCI oppure a Trenitalia o RFI. Naturalmente il tutto finisce quasi sempre nel dimenticatoio e se li solleciti l'immancabile risposta è " Abbiamo fatto quello che è in nostro potere, non possiamo fare di più ". Vecchio sport quello dello scarico barile e se ci fosse un campionato mondiale non saremmo secondi a nessuno. Vorrei dire agli Amministratori che ci sono anche delle iniziative " non convenzionali " che si possono prendere a cui tanti cittadini darebbero la loro disponibilità, Lei è una di questi e lo ha scritto, ma forse preferiscono il quieto vivere salvo poi sfilare in prima fila quando i lavoratori, ormai ad un passo dal licenziamento, si arrabbiano sul serio. SAECO insegna ! 

Termino ripetendo le sue parole:

" .... 
credendo fortemente che nessuno oggi possa veramente sentirsi "al riparo dal futuro", incerto a suo modo per ognuno di noi."


[Gaspare Ruggeri]



giovedì 3 dicembre 2015

Petizione contro 243 esuberi Philips Saeco di Gaggio Montano (BO)



clicca

PETIZIONE A SOSTEGNO DEI LAVORATORI DELLA SAECO


"Noi sottoscritti rivolgiamo un pressante appello al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, al Ministro del Lavoro Giuliano Poletti e al Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, affinché intervengano immediatamente per scongiurare il licenziamento di 243 dipendenti della Saeco, annunciato senza preavviso dalla Proprietà. Il territorio dell'Appennino emiliano, colpito dalla crisi e dallo spopolamento in questi ultimi anni, subirebbe effetti devastanti se la decisione annunciata divenisse realtà. Il supporto concreto degli Amministratori locali e degli addetti al commercio alle rivendicazioni dei lavoratori sono la testimonianza del fatto che il reddito prodotto dal lavoro degli operai e impiegati della Saeco sia un baluardo di risorse per l'intera alta valle del Reno. Il rischio, infatti, non è solo la perdita del lavoro per le singole persone ma è quello di perdere completamente il presidio delle zone collinari e montane, che da ogni parte viene identificato come l'unica risorsa per mantenere in vita le aree svantaggiate. Chiediamo con forza che nella trattativa il Governo si faccia parte attiva per evitare di vedere il ridimensionamento della struttura produttiva di Gaggio montano che porterebbe con sé la fine di un intero territorio e della sua economia".

NUOVA ORGANIZZAZIONE SERVIZI DI EMERGENZA

Riportiamo di seguito un breve resoconto fatto da Sara Boselli ( portavoce del M5S a Grizzana Morandi ed in seno all'Unione ) della presentazione del nuovo piano riguardante i servizi di emergenza.

"
Stasera la presentazione in unione dei comuni del nuovo piano di emergenza 118 per la ns zona.
Le novità a dire il vero riguardano soprattutto Gaggio Montano, Castel d’Aiano e Lizzano.
Mastacchi, si è presentato con l’aria serena di chi porta una buona novella. Ma i colleghi sindaci e amministratori dei comuni sopracitati hanno decisamente raffreddato i suoi entusiasmi.
In realtà parliamo di quello che obiettivamente è un miglioramento globale del servizio di prima emergenza, aggiungendo di fatto un equipaggio per la zona dei 3 comuni citati.
Questo però richiederà una maggiore flessibilità ai gruppi di volontariato in servizio su Lizzano e Castel d’Aiano, richiesta che è stata criticata dai relativi amministratori, come penalizzante per i volontari.
Crediamo ne valga la pena… rinunciare alle vecchie abitudini per migliorare il servizio di emergenza.
Quando c’è da indignarsi, ci s’indigni! ma quando c’è un miglioramento…usciamo col sorriso e teniamo l’energia per le battaglie vere.
Questa la nostra opinione.
Devo dire che mi ha colpito l’atteggiamento dei sindaci di fronte ai responsabili del settore emergenza del servizio sanitario nazionale.
Franchi ( Marzabotto) per esempio, chiede rassicurazioni sul mantenimento dell’auto medica a Lama di Setta, che è in dismissione come gestione autostrade e deve passare a gestione ASL da gennaio (ndr.: è dal Giugno 2014 con una Interrogazione e poi con una Interpellanza del Novembre 2014 che il M5S di Marzabotto chiede il mantenimento e sollecita il Sindaco ). Gordini ( direttore del dipartimento di emergenza di BO ) lo rassicura in tal senso.
Colpisce che un sindaco, responsabile della salute pubblica, navighi a vista, o abbia comunque bisogno di rassicurazioni, su un servizio del proprio territorio, e parliamo di uno due mesi. 
Proprio come quando in consiglio noi chiediamo spiegazioni ( a loro..) su un dato del bilancio, o altra disposizione, e ci viene risposto con un misto di ovvietà e magnanimità..come se la risposta fosse ovvia e naturale ( e noi pischelli che cerchiamo di capire..). Embè, come ci si sente??

Comunque, alla fine, i responsabili dell’emergenza lì convenuti hanno, rassicurato i due sindaci dubbiosi sui nuovi cambiamenti..
"
Ci allarma sentire e risentire  le "solite" rassicurazioni che sanno tanto del solito " scaricabarile " .
Ma gli Amministratori sono coscienti che i Cittadini sono vicini al limite di sopportazione se non addirittura prossimi a valicarlo ?

Probabilmente NO !


mercoledì 2 dicembre 2015

SAECO - Portata nelle Istituzioni la loro voce.


Corteo da Gaggio Montano a Porretta
Con una Interpellanza nel Consiglio Comunale di Marzabotto che si è tenuto lunedì sera, una Interrogazione nel Consiglio dell'Unione dei Comuni dell'Appennino Bolognese, tenutosi anch'esso lunedì trenta ed una interrogazione presentata alla Regione, il MoVimento 5 Stelle ha sollecitato le Istituzioni affinché affrontino al più presto questa grave crisi che investe come uno tsunami la montagna.
Un breve resoconto così come riportato sui social da parte dei portavoce del MoVimento.

Consiglio Comunale Marzabotto
Giusi Cusimano e Katya Di Bella

  • Maria Giuseppina Cusimano ( Capogruppo M5S Marzabotto )
  • Katya Di Bella ( Consigliere M5S Marzabotto e Consigliere di Minoranza in seno all'UNIONE ) 


" Il Sindaco Franchi ha garantito che l'impegno sarà assoluto e farà tutto ciò in suo possesso, sia Come Sindaco di Marzabotto che come Presidente dell'Unione dei Comuni dell'Appennino Bolognese, per portare all'attenzione delle Istituzioni al più alto grado possibile le istanze dei lavoratori.
La crisi è grave e interessa non solo la SAECO ma anche la DISMECO di Lama di Reno ( Marzabotto ) una azienda di assoluta eccellenza nel riciclo dei RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche ) che ha già da una settimana alcuni lavoratori  in cassa integrazione.
Ci ha invece informato che la situazione per la DEMM sta migliorando ed è in via di risoluzione.
Il Sindaco ci ha comunicato della marcia di solidarietà che coinvolgerà tutti i Sindaci della montagna e che si svolgerà tra Gaggio Montano e Porretta ".


Consiglio dell'Unione
Sara Boselli

  • Sara Boselli ( Capogruppo M5S Grizzana e Consigliere di Minoranza in seno all'UNIONE )
  • Katya Di Bella ( Consigliere M5S Marzabotto e Consigliere di Minoranza in seno all'UNIONE )


" ........ Riporto brevemente gli interventi uditi dai sindaci oggi intervenuti in Consiglio.(Tanari , Franchi, Gnudi)
Da tutti appello all'unità d intenti e ed alla trasversalità del problema.
Franchi sottolinea la necessitò di trovare il modo per arrivare ad un confronto con le parti nazionali, governo e ministri.
Elisabetta Tanari, sindaco di Gaggio, coglie l’appello all’unità, oltre qualsiasi calcolo di convenienza personale politica, la situazione è grave.
Gnudi, vicesindaco della città metropolitana ( tra le altre cariche..), cui è stato chiesto come s attiverà nei prossimi giorni, fa presente che sarà al tavolo di mercoledì indetto dall'assessore regionale, e che si attiverà.
Domani mattina la manifestazione con i sindaci in testa."

Silvia Piccinini
Restiamo in attesa cosa risponderà la Regione alla interrogazione presentata da Silvia Piccinini, Consigliere regionale del M5S.

Ci auguriamo inoltre che una volta passata la fase iniziale, in cui tutti sul territorio si sono mobilitati, si passi alla fase del fare che porti ad un risultato concreto per i lavoratori della SAECO in primis ma anche per tutti quelli che hanno seri problemi occupazionali ( vedi DISMECO, Emilpack, .... ). Non vorremmo che la marcia di martedì, che ha avuto una partecipazione massiccia e sicuramente sentita, restasse nel ricordo solo come una bella sfilata !!!





lunedì 30 novembre 2015

NON SIAMO "CONSUMATORI" MA CITTADINI CHE STANNO CON LA SAECO .....


Quello che queste immagini raccontano è il profondo desiderio dei Cittadini di farsi sentire, di urlare forte la loro rabbia, di non volere essere considerati dei  " CONSUMATORI " ma dei " CITTADINI " con la loro dignità ed i loro sogni, sogni per il futuro.

La dignità ed i sogni non possono esistere senza il LAVORO !










sabato 28 novembre 2015

Marzabotto - INTERPELLANZA circa la SAECO di Gaggio Montano.

Esprimo anzitutto solidarietà a tutti i lavoratori della SAECO che corrono un serio rischio di perdere il posto di lavoro con conseguenze tragiche per il loro futuro.
La mobilitazione è generale ed a Marzabotto il MoVimento 5 Stelle porterà nel Consiglio Comunale che si terrà lunedì prossimo 30 Novembre una interpellanza per evidenziare la situazione e nel contempo sollecitare iniziative da parte del Sindaco, Ing. Romano Franchi, che è anche Presidente dell'Unione dei Comuni dell'Appennino Bolognese.

"
Oggetto: INTERPELLANZA circa la SAECO di Gaggio Montano.

Siamo ormai tutti informati della tragica situazione che si è venuta a creare a seguito dell'annuncio, da parte della PHILIPS ( multinazionale che ha rilevato l'Azienda nel 2009 ), di duecentoquarantatre esuberi su quasi seicento persone che ci lavorano cioè circa la metà dei dipendenti.
Forse lo stabilimento di Gaggio non tiene il passo con quello che la PHILIPS ha in Romania dove certamente i costi sono inferiori e quindi si ripete la storia di sempre: le multinazionali acquistano i nostri gioielli, magari usufruiscono di ricchi contributi e sgravi fiscali salvo poi salutarci senza neppure ringraziare. A questo malcostume occorrerà mettere un freno ed in tal senso va l'emendamento fatto approvare nella legge di stabilità dal Movimento 5 Stelle contro la delocalizzazione per salvaguardare gli investimenti sulle imprese in Italia e i diritti dei lavoratori italiani il quale prevede che se un’azienda beneficia di un contributo pubblico ed entro 3 anni delocalizza la produzione fuori dall’Europa con riduzione di almeno il 50% del personale, il beneficio decade e l’azienda deve restituire tutto
Questa decisione si abbatte come un colpo di clava sul territorio; senza scadere nella retorica possiamo dire che è una tragedia per la Valle del Reno, infatti alla SAECO sono occupati cittadini di tutti i Comuni della vallata, in un area come quella dell'Appenino già in difficoltà occupazionale ma che presenta altre criticità nei servizi; riduzione nella sanità, linea ferroviaria con i problemi che tutti sappiamo, calo delle presenze turistiche e fermiamoci qui.
C'è già stata una mobilitazione generale con presidio alla SAECO e tutti i mezzi di stampa nazionali e locali ne stanno parlando e mercoledì 2 dicembre alle 16:30 è stato convocato in Regione un tavolo di salvaguardia occupazionale .
Purtroppo non c'è solo il caso della SAECO di Gaggio ma anche la DEMM è in crisi ed a Sasso Marconi la Emilpack ha chiesto la cassa integrazione per 24 persone preannunciando che quasi certamente ci saranno degli esuberi e di questo ne sono testimone diretta in quanto ci lavoro.
Alla luce di quanto sta accadendo chiediamo al Sig. Sindaco:
  • se come Comune di Marzabotto sono state intraprese iniziative specifiche;
  • se come Presidente dell'Unione dei Comuni dell'Appennino Bolognese la cosa è stata o sarà discussa a breve in seno all'Unione stessa e quali passi si intende intraprendere sia nei confronti della Regione ER che in seno all'ANCI e rivolti al Governo nazionale;
  • se non sia il caso di indire una conferenza dei Comuni includendo l'Alto Reno e Comuni limitrofi ( ad esempio Sasso) invitando gli imprenditori, i sindacati, le rappresentanze di categoria per raccogliere possibili idee che più che curare, prevengano il male.

Maria Giuseppina Cusimano
[Capogruppo Movimento 5 Stelle Marzabotto]
"

Cogliamo l'occasione per segnalare l'iniziativa di lunedì:




[Gaspare Ruggeri] 

Si è verificato un errore nel gadget