giovedì 27 ottobre 2016

Corpo Forestale, Smembramento inaccettabile !

E' con queste parole che Andrea Bertani. Consigliere Regionale del MoVimento 5 Stelle, sintetizza lo stato delle cose subito dopo la bocciatura da parte dell' l'Assemblea Regionale di un ordine del giorno presentato dal MoVimento stesso in cui si chiedeva alla Giunta di impugnare il decreto attuativo della legge Maida davanti alla Corte Costituzionale che, di fatto, smembra il Corpo Forestale dello Stato.

" Il PD dice ancora una volta no al salvataggio del Corpo Forestale”. È questa la denuncia di Andrea Bertani, consigliere regionale del M5S, dopo che l’Assemblea Legislativa ha bocciato un ordine del giorno presentato dal Movimento 5 Stelle in cui si chiedeva alla Giunta di impugnare il decreto attuativo della legge Mai davanti alla Corte Costituzionale che, di fatto, smembra il Corpo Forestale dello Stato. “Il governo Renzi sta stravolgendo l’assetto democratico di questo Paese, attraverso la de-forma costituzionale e la militarizzazione di una forza di polizia ad ordinamento civile. Non è da sottovalutare anche il fatto che la Regione ha in essere una convenzione con il Corpo Forestale per una serie di interventi su protezione civile e reati ambientali. Tutte competenze che con la sua scomparsa perderemmo creando così un vuoto difficilmente colmabile. Ecco perché davanti a tutto questo scempio – spiega Andrea Bertani – non si può di certo restare indifferenti e per questo abbiamo presentato un ordine del giorno per chiedere alla Giunta di impugnare il decreto attuativo della legge Maida. Lo smembramento del Corpo Forestale, che questa norma mette in atto, va assolutamente contro anche lo stesso impegno che l’Assemblea aveva preso nei mesi scorsi approvando una risoluzione del PD in cui si auspicava la creazione di una polizia ambientale. Un impegno che oggi quelli della maggioranza hanno di fatto rinnegato dando l’ok allo smembramento del Corpo Forestale tra Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia, VVF e Ministero. In questo modo – conclude Andrea Bertani – lo Stato, di fatto, fa un invasione di campo per quanto riguarda le competenze regionali, non tenendo in alcun conto le convenzioni e le attività in essere, ancora oggi, tra Regione e Corpo Forestale basate su norme tutt’ora vigenti”."

Con M5S al Governo ripristino funzioni del Corpo Forestale dello Stato", con queste parole Luigi Di Maio e i deputati del M5S delle Commissioni Agricoltura e Ambiente si sono espressi in una nota congiunta di ieri 26 Ottobre.

"Se andremo al Governo ripristineremo le funzioni che sono state finora in capo al Corpo Forestale dello Stato e istituiremo una polizia ambientale con autonomia investigativa. Nel frattempo monitoreremo le ricadute negative dell'abolizione del CFS in termini di presidio di legalità sul territorio e contrasto dei reati ambientali e agroalimentari". Lo dichiarano in una nota congiunta il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, e i deputati del M5S delle Commissioni Agricoltura e Ambiente. "L'assorbimento del CFS nell'Arma dei Carabinieri ha determinato una vera e propria militarizzazione degli uomini e delle donne della Forestale compromettendone così l'autonomia investigativa e riducendone fortemente la presenza capillare sul territorio visto che i Noe dei Carabinieri sono presenti solo nei capoluoghi di provincia", concludono i parlamentari 5stelle. ".


Ref.: 

Forestale, Bertani (M5S): “Smembramento inaccettabile. Il Pd rinnega se stesso”


Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget