venerdì 7 ottobre 2016

PARTO IN AMBULANZA - Anche stavolta è andato tutto bene !!!!

Ci sembra degna di attenzione la notizia che Vito Sutera condivide sui social, notizia certamente positiva che ci fa gioire tutti ma che nel contempo ci deve fare riflettere. Troppi sono i tagli ai servizi che si sono succeduti in questi anni ed in Appennino ne abbiamo "infilati" tanti da fare filotto , non tentiamo ulteriormente la fortuna anzi un passo indietro sopratutto per quello che concerne i Servizi Sanitari è doveroso. Che la Regione ed il Governo stiano ad ascoltare e si regolino di conseguenza. E' ovviamente un suggerimento.

Vito Sutera scrive:

"

C’è una nuova piccola notizia che riguarda l’ospedale di Vergato ed il suo territorio. Piccola perché pare che ormai faccia poca notizia. NELLA NOTTE FRA IL 5 / 6 OTTOBRE C’E’ STATO
UN’ALTRO PARTO IN AMBULANZA nei pressi dell’ospedale di Vergato. Un’ambulanza proveniente da Lizzano si è dovuta fermare in prossimità dell’ospedale di Vergato per dare alla luce una nuova vita. L’assistenza alla partoriente e il personale sanitario che è intervenuto hanno svolto come al solito be
ne il loro compito. 
Insomma è andato tutto bene, anche stavolta vista la precarietà dell'evento.
Dopodichè la partoriente è stata portata in Pronto soccorso di Vergato per accertamenti e per prepararla assieme al nascituro per un viaggio presso la maternità dell’ospedale Maggiore, trasporto che richiede 3 mezzi di soccorso e 6 operatori con varie qualifiche.
Porgiamo un grande augurio al nascituro e a sua mamma, ma voglio fare una considerazione di merito. 
Abbiamo già segnalato in forma ufficiale ai Sindaci del territorio e presto lo faremo anche in Regione dell’importanza dell’ospedale di Vergato nella "rete ospedaliera” del nostro territorio, ma sembra che facciano fatica a capire, eppure basta vedere il servizio sopracitato per capire. L’importanza della "rete ospedaliera” è messa in rilievo anche nel decreto Balduzzi, ma la politica locale fa fatica a comprendere. Invitiamo i Sindaci a riconsiderare le priorità del nostro ospedale e a non fare orecchio da mercante, o orecchio da ubbidienti a sconclusionate direttive regionali che non tengono conto delle caratteristiche geo-morfologiche del nostro territorio. I cittadini desiderano avere certezze, il mov5stelle in Unione vi ha fornito un ottimo spunto di discussione politica e nel merito è disponibile a fare un tavolo con voi, ma capiamo che …… ci vuole coraggio, volontà e onestà.

"


Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget